Anagrafe apistica: nuovo decreto sulle movimentazioni

anagrafe apisticaIn data 22 novembre è stato convalidato un nuovo decreto a firma congiunta del Direttore Generale della sanità animale e dei farmaci veterinari del Ministero della Salute e del Direttore Generale dello sviluppo rurale del Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali , che contiene disposizioni e indicazioni per la comunicazione e registrazione nella Banca Dati Apistica delle movimentazioni sul territorio nazionale di materiale apistico vivo.

In sintesi il decreto dispone che:

  1. devono essere registrate in BDA tutte le movimentazioni di alveari, pacchi d'ape o api regine, effettuati a qualsiasi fine, comprese quelli per attività di nomadismo o per servizio di impollinazione;
  2. la registrazione non è necessaria per gli spostamenti da e verso apiari, di proprietà dello stesso apicoltore, che avvengono all’interno della stessa provincia e non determinano l’attivazione o disattivazione di un apiario: si tratta di una disposizione più restrittiva in quanto viene posto il vincolo dello spostamento all'interno di una stessa provincia, prima non previsto. Si spera che in Lombardia, ove sussistono ATS che fanno capo a più province (vedi ATS Insubria, ATS Brianza, ATS Montagna, ATS Città metropolitana, ATS Val Padana), il vincolo possa venir esteso all'ambito del territorio di competenza di una stessa ATS; dopo questo Decreto quindi sarà necessario registrare in Banca Dati Apistica tutte le compravendite, tutte le movimentazioni che non avvengono all'interno della stessa provincia e tutte le movimentazioni all'interno di una stessa provincia nel caso che si determini l’attivazione o la disattivazione di un determinato apiario. Con il termine attivazione e disattivazione si intende uno spostamento che causa il riempimento di una postazione dove prima non erano presenti alveari o nuclei mentre con il termine disattivazione si intende uno spostamento che causa lo svuotamento di una postazione dove precedentemente erano presenti alveari o nuclei.
  3. le informazioni riguardanti la movimentazione devono essere registrate in BDA prima di iniziare lo spostamento o contestualmente all’inizio dello stesso: in questo caso si può parlare di armonizzazione tra quanto previsto  dalla norma nazionale sulle tempistiche di registrazione delle movimentazioni e quanto previsto dalla Legge Regionale Lombarda 15/2017 in merito all'obbligo di certificazione sanitaria. Le certificazioni sanitarie previste in Lombardia per le movimentazioni dal prossimo anno saranno rilasciate attraverso l'autorizzazione degli spostamenti registrati dagli apicoltori in Banca Dati. L'obbligo di registrazione anticipata o contestuale delle movimentazioni consentirebbe infatti alle ATS di autorizzare e quindi rendere stampabili gli allegati C informatizzati con l'attestazione sanitaria prima dello spostamento stesso;
  4. Alcune delle informazioni (come ad es. la data di spostamento) previste al punto 3 potranno essere modificate o integrate (con determinati limiti) nei sette giorni successivi alla movimentazione;
  5. le movimentazioni di api regine possono essere comunicate con cadenza mensile e in maniera cumulativa (entra la fine del mese successivo a quello in cui si sono verificate le movimentazioni);
  6. gli apicoltori possono identificare le singole arnie mediante un codice costituito dal codice identificativo dell’allevamento seguito da un codice univoco identificativo dell’arnia;
  7. il decreto diventa pienamente operativo allo scadere dei 180 giorni successivi alla sua entrata in vigore (indicativamente il 21 maggio 2018).

Qui il testo del decreto interdirettoriale

Joomla templates by a4joomla