Diabrotica: le indicazioni per il contenimento sono precise! C’è qualcuno che le applica?

diabroticaIl Servizio Fitosanitario della Regione Lombardia ha, come di consueto, emesso il Bollettino per la difesa fitosanitaria del Mais, redatto sulla base dei dati di campo raccolti con il monitoraggio delle infestazioni (Diabrotica e Piralide).

In maniera sintetica ed efficace si ribadiscono informazioni e si consigliano interventi che noi apicoltori sosteniamo da anni. Per esempio:

Leggi tutto...

Report di maggio 2017 - medie irrisorie per l'acacia

Lombardia acacia 2017 bisSi dice che una situazione del genere non si verifichi da almeno 60 anni. Non si ha la pretesa di poter dare, nel momento in cui si scrive, dati assolutamente precisi (il poco miele è spesso ancora nei melari), ma grazie alle indicazioni degli associati abbiamo provato a mappare il risultato dei raccolti di acacia, stimando una media complessiva per la Lombardia inferiore o uguale a 5 kg per alveare svernato.

Leggi tutto...

Danni da gelo, documento inviato in Regione Lombardia


e aziende apistiche hanno subito un enorme danno per effetto delle gelate e delle continue piogge fredde di fine aprile e inizio maggio. In alcune zone della Regione la robinia è ancora in fiore o appena fiorita ma le medie dei raccolti e le segnalazioni sullo stato delle importazioni, ad oggi,  fanno ritenere che la stagione 2016, per quanto riguarda il miele di acacia, sarà molto inferiore a quella del 2016, già molto deludente. 

Leggi tutto...

Vespa velutina ritrovata nel mantovano

vespa velutina 2Il nido di velutina trovato nel 2016 nel sud del Veneto è riuscito a gemmare nuove colonie. A confermarlo è stata LOVER, la neonata rete di monitoraggio di Lombardia, Veneto ed Emilia-Romagna che ha intrappolato un individuo adulto di calabrone asiatico in una centralina nel mantovano, a pochi chilometri dal ritrovamento dell’anno scorso.

Leggi tutto...

Polyvar: nuovo farmaco a base di flumetrina ora in commercio

polyvarCon il Decreto del Ministero della Salute n. 39 del 30 marzo 2017 pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 99 del 29 aprile 2017 viene autorizzata l'immissione in commercio anche del Polyvar 275 mg, strisce per alveare a base di flumetrina. Come l'Apifor60 e l'Oxuvar Apifor60 e l'Oxuvar (nuovi farmaci messi in commercio a base di acido formico e acido ossalico rispettivamente) il prodotto commercializzato dalla Bayer S.p.A. è da utilizzare in assenza di melario, ha zero giorni di tempo di attesa ed è in libera vendita senza obbligo di ricetta medico veterinaria.

 

 

Apifor 60 e Oxuvar: disponibili due nuovi farmaci per la lotta alla Varroa

ac. formicoDopo la pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale del 29 aprile 2017 dell’estratto del Comunicato del Ministero della Salute, Apifor60, 600 mg/g, si aggiunge alla lista dei prodotti utilizzabili in apicoltura contro la varroa. Apifor60 è ora acquistabile in flaconi da 1000 e 5000 ml contenenti 60 g di acido formico ogni 100 g di prodotto ed è utilizzabile con appositi evaporatori ,quali Bioletal Varroa, Formic-Cattapan e Aspronovar.

Leggi tutto...

Report di aprile 2017 - un mese molto complicato

medie temp aprileL’inizio della stagione non ha presentato particolari difficoltà (un gennaio freddo è stato seguito da un febbraio e soprattutto un marzo decisamente sopra le medie storiche), e le più grandi preoccupazioni sembravano la preparazione degli alveari per una fioritura decisamente anticipata e la siccità, che avrebbe probabilmente ridotto il flusso nettarifero della robinia.

Nelle zone vocate della Lombardia, chi aveva gli alveari già pronti, è riuscito inizialmente a produrre qualcosa e la media di mieli primaverili (tarassaco-ciliegio-millefiori) si è attestata sui 7 kg ad alveare. A causa della siccità è risultata invece nulla la produzione su colza.

Leggi tutto...

Ricominciano gli avvelenamenti di api in Lombardia

Api morte in manoLa semina su sodo è una pratica agronomica che negli ultimi anni ha preso piede in molte aree della Pianura Padana. Si tratta di una tecnica inclusa nella nell'agricoltura conservativa (dovrebbe evitare perdita ed erosione di suolo fertile), con i campi seminati a mais che non vengono più arati in profondità prima della semina ma sarchiati. Purtroppo però, tra la seconda e l'ultima settimana di marzo, quando i campi sono fioriti di lamio, veronica e tarassaco, prima della sarchiatura i campi vengono abbondantemente irrorati di diserbanti (glifosato?).

Leggi tutto...

Joomla templates by a4joomla